giovedì 30 aprile 2009

EUROPARLAMENTARI...POVERI


Questa notizia mi era proprio sfuggita!!!
I nostri europarlamentari che stanno per essere eletti il 6/7 giugno saranno più poveri di quelli che andranno a casa... Con questa legislatura infatti lo stipendio sarà uguale per tutti e non sarà più equiparato agli stipendi dei loro colleghi nazionali, i nostri Paperon dé Paperoni italiani neo eletti avranno un decurtamento del 40%.. una bella botta non c'è che dire, dovranno giustificare le spese per ottenere i rimborsi, non potranno più assumere i parenti... dovranno insomma vivere come qualsiasi altro stipendiato.
Una bella rivoluzione... ho quasi il timore ad esserne contenta....
Ci saranno dei rieletti che accetteranno il decurtamento senza chiedere che gli venga pagata l'integrazione nazionale?
Cosa si inventerà il nostro governo per sostenerli? quali balzelli ci ritroveremo per coprire quel 40%?
Stavo per chiedere a gran voce di seguire l'esempio di Strasburgo ma questi dubbi mi hanno rovinato la festa.. scommettiamo che i soldi per la ricostruzione in Abruzzo li hanno "stanziati" (sulla carta) fino al 2032 ma quelli per le integrazioni di stipendio europarlamentare saltano fuori prima?
Io un'idea ce l'avrei:
  • ridurre gli stipendi (effettivamente percepiti compresi i vari extra) dei nostri parlamentari in Italia del 35%,
  • il 15 % viene dato agli europarlamentari
  • ed il restante 20% viene usato per l'Abruzzo, in aggiunta di ciò che è già stato deciso, fin da subito

Ps. 04-05 mi è stato fatto notare che il conteggio è sbagliato... è risaputo che io e la matematica abbiamo sempre litigato, ma penso che il concetto sia chiaro! ;)) togliamo di qui aggiungiamo qualcosina di là ed utilizziamo il resto (tanto) per fare le cose che servono al nostro malandato paese... magari per aiutare davvero le persone in seria difficoltà.

Perché una diminuzione del 30% per darne il 15 a quelli che vanno in Europa? ma perché chi lavora vicino casa è agevolato, mi pare ovvio! Ahhh... un'altra cosa: tutti quei furbetti che hanno, avranno un doppio triplo quadruplo incarico percepiranno solo lo stipendio più alto spettante ai vari incarichi non la somma di tutti.....perché se io che sono in pensione vado a svolgere una qualsiasi attività mi ritrovo con la pensione decurtata... perché se vengo eletta a Cremona.... non posso essere contemporaneamente a Roma, Milano, Bergamo e Strasburgo.... perché non ho il dono dell'ubiquità, ho solo due mani e 24 ore a disposizione come tutti.... e anche questo mi pare altrettanto ovvio.. a voi no?

2 commenti:

  1. Non so se è vero nessuno ne parla forse è solo una proposta come tante spero che hai ragione tu e che gli stipendi diminuiscano davvero... i loro, i nostri sono già abbastanza bassi :(( Ho scoperto stasera il tuo blog e ho letto tutti i post mi pare che tu abbia scelto il partito giusto, peccato che non abito dalle tue parti se no mi iscriverei subito perché ho capito che sei una tosta continua così. riccardo

    RispondiElimina
  2. ernesta-marbe2 maggio 2009 11:15

    Ciao Riccardo, grazie per avermi lasciato il tuo commento.
    E' vero nessuno ne parla o perlomeno anch'io l'ho scoperto per puro caso, ma dalla ricerca che ho fatto subito dopo viene data come certezza e non come intenzione... poi tutto sta a vedere se il nostro governo la recipirà!
    Ti ringrazio per la stima ma di qualunque parte d'Italia tu sia troverai sicuramente una sede IDV dove poterti iscrivere o anche solo dare il tuo nominativo come simpatizzante o sostenitore (puoi anche farlo direttamente on line dal blog di Di Pietro) Visti i motivi per cui esiste il partito non ho dubbi sul dire che troverai persone che applicano correttezza ed impegno.
    un saluto, ernesta

    RispondiElimina

Ti chiedo educazione e rispetto pur nella piena libertà di esprimere le tue opinioni riguardo al tema del mio post, evita il liguaggio offensivo.. anche verso chi sappiamo ;) Mi riservo di cancellare quei commenti che riportino termini o concetti volgari ed offensivi.. non è censura è solo una richiesta di rispetto.. per chiunque.
Grazie e benvenuto.
ernesta